Finanziamenti Nazionali e Regionali

Finanziamenti Nazionali

MIUR

Programmi di Finanziamento

Normativa di riferimento programmazione università

 

  • Programmi di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN)
  • Fondo per gli Investimenti della Ricerca di Base (FIRB)
  • Programma Futuro in Ricerca (FIR)
  • Programma Scientific Independence of young Researchers (SIR)

Altri ministeri

 

Programmi di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN)

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca cofinanzia ogni anno programmi di ricerca d’interesse nazionale (PRIN), attraverso la pubblicazione di un bando a ricerca libera. Sul sito del Ministero sono disponibili sia il Bando PRIN 2017 sia le informazioni relative ai progetti e alle procedure ancora  attive relative a bandi precedenti. In questa pagina docenti e ricercatori possono trovare i documenti e le indicazioni per la presentazione e la rendicontazione dei progetti.

PRIN 2017

Documenti ministeriali

  • Decreto Direttoriale n. 3728 del 27 dicembre 2017 (bando PRIN 2017) (pdf)
  • Settori ERC (pdf)
  • Criteri per la determinazione dei costi e per la rendicontazione delle spese  (pdf)
  • Procedure e criteri di valutazione (pdf)
  • Facsimile proposte in italiano e in inglese (sul sito del Miur)
  • FAQ (pdf – sul sito del Miur)

 

Fondo per gli Investimenti della Ricerca di Base (FIRB)

Informazioni utili

  • Criteri e modalità procedurali per l’assegnazione delle risorse finanziarie del Fondo per gli Investimenti della Ricerca di Base – D.M. 26 marzo 2004 (abroga il D.M. 8 marzo 2001) (link)
  • Nuove Linee Guida valide per i contratti approvati dal 26 marzo 2004 in poi (pdf esterno)
  • Linee Guida valide per i contratti approvati prima del 26 marzo 2004 (pdf esterno)

Modalità relative alle verifiche tecnico-scientifiche e/o amministrativo contabili in itinere e/o finali

  • Progetti di ricerca di base (FIRB, PRIN, FIRST) – Nuove modalità di verifica amministrativo-contabile – Nota MIUR 8 aprile 2014, protocollo n. 8109 (link)

 

Programma Scientific Independence of young Researchers (SIR)

Il programma SIR (Scientific Independence of young Researchers) è destinato a sostenere i giovani ricercatori nella fase di avvio della propria attività di ricerca indipendente.
Il programma consiste nel finanziamento di progetti di ricerca svolti da gruppi di ricerca indipendenti e di elevata qualità scientifica, sotto il coordinamento scientifico di un Principal Investigator (PI), italiano o straniero, residente in Italia o proveniente dall’estero, che abbia conseguito il dottorato di ricerca (o la specializzazione di area medica, in assenza di dottorato) da non più di sei anni.

Documenti ministeriali

  • Bando 2014 e modulistica (link)
  • Decreto n. 1161 del 3 giugno 2015 con i progetti approvati (link)

 

Finanziamenti Regionali

REGIONE LAZIO

Regione Lazio : http://www.regione.lazio.it/rl_main/

Il portale dei finanziamenti Regionali ed Europei : www.lazioeuropa.it  

 

Progetti Strategici

http://ing.uniroma2.it/progetti-strategici/

L’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha aderito al bando “Progetti Strategici” promosso dalla Regione Lazio il cui obiettivo è quello di sostenere il consolidamento dei collegamenti tra i dipartimenti universitari e i centri di ricerca, pubblici e privati, e la loro capacità di fornire tali conoscenze alle imprese regionali per favorirne l’innovazione tecnologica. In particolare l’Università “Tor Vergata” e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale si sono candidate a presentare un insieme di Progetti nell’Area di Specializzazione Aerospazio. Tali progetti dovranno prevedere attività di ricerca che le imprese potranno commissionare alle Università proponenti o eventualmente anche ad altri Organi di Ricerca.

In particolare il Dipartimento di Ingegneria Industriale ha partecipato a tale bando vedendosi assegnato un progetto nel bando Aereospazio della Regione Lazio con l’approvazione del progetto ALDER – Responsabile scientifico la Dott.ssa Sandra Corasaniti

ALDER

Progetto ALDER

Titolo Completo: Allan Deviation Reduction

Durata: 18 mesi

Organismo di Ricerca:
Università di Roma “Tor Vergata”

Imprese: MICROSIS

Obiettivi del progetto:

Microsis srl opera nel campo del design e realizzazione di trasmettitori di terra per comunicazioni spaziali. Una delle sfide che questi apparati comportano è quella della stabilità di fase nella trasmissione RF nei link di lunga durata con i veicoli spaziali. In particolare, nel caso di trasmettitori da 20kW in banda X in uso alla NASA es ESA l’obbiettivo primario è di ridurre la Allan Deviation a 5×10-15, su un periodo di media pari a 1000 secondi. Tale obiettivo viene raggiunto regolando attentamente la tensione di beam del klystron. Una ulteriore riduzione della Allan Deviation fino a 5×10-17, su un periodo di media pari a 1000 secondi, si può inoltre ottenere regolando in maniera molto fine la temperatura del body del klystron e della guida d’onda in uscita al klystron, infatti l’espansione termica di queste parti provoca variazioni della lunghezza del percorso RF e quindi della fase. Nello specifico la temperatura del corpo del klystron e della guida d’onda dovrebbero essere stabili mantenendo il liquido di raffreddamento che circola al loro interno entro 0,1 °C rispetto al punto di lavoro. Per poter effettuare tale stabilizzazione, il circuito di raffreddamento di queste due parti dovrebbe essere separato dal circuito di raffreddamento del resto del trasmettitore e controllato tramite uno specifico e dedicato regolatore di temperatura. Scopo del progetto è lo studio e la realizzazione prototipale di un sistema di raffreddamento ad alta stabilità per le parti sensibili di un trasmettitore della classe 20kW CW. Tale tecnica sarà implementabile sul prossimo trasmettitore in banda X da 20 kW CW che dovrà essere installato nella stazione australiana ESA di New Norcia entro il 2024.